30493004c03611e1a8761231381b4856_7

Che Schiscia.com

 Cos’è la Schiscia?

Incominciamo col chiarire a tutti quelli che non sono nati all’ombra della Madonnina del Duomo di Milano il significato del termine schischia: la schiscia, o il suo vezzeggiativo schiscietta (da pronunicare rigorosamente con la tipica E aperta di Milano) indica il contenitore di cibo che gli operai portavano da casa e che aprivano durante la pausa “pranzo”.

 

Perchè schiscia? Perchè il cibo viene schisciato e cioè schiacciato all’interno del contenitore.

 

Ed ecco che a Milano (e non solo) torna in auge la schiscia: c’è chi parla di rivoluzione antropologica dovuta alla crisi economica, chi sceglie il lunchbox (all’americana) per mangiare più sano, e chi invece sposa la filosofia della schiscia non solo per evitare il tramezzino del bar sotto l’ufficio ma per poter sfoggiare ricette e non solo.
La schiscia fa tendenza, tanto che è già nato il social network cheschiscia.com dove gli schisciettari possono scambiarsi ricette e consigli sull’arte del cibo da ufficio.
Ma il cibo non è l’unico protagonista del fenomeno, c’è infatti una vasta gamma di contenitori che rispecchiano le tendenze del momento: un vero hipster non può che scegliere la schiscia vintage oppure quella che Sara, la fondatrice di cheschiscia.com definisce la Schiscetta di salvataggio.
I Milanesi hanno proposto al Fuorisalone la schiscetta a basso impatto ambientale. Ci sono poi i lunchbox per i più organizzati e i bento bako, che non è altro che la schiscia in versione nipponica. E per finire in cheschiscia.com ci sono i contenitori tecnologici: quelli che riscaldano e quelli che raffreddano, per non parlare del mini-aspirapolvere da desk…

Read More